Maggese rosso sangue

Dio, che belli che sono

questi papaveri di maggio!

 

Vividi si stagliano

come cuori

rossi accesi

nell’azzurro aureo

della vita.

 

E come cuori

forti

e ricchi d’emozioni

si lasciano accarezzare dal vento

senza paura

e poi

incontro al sole vanno

sperando di non essere strappati mai via

da una mano furtiva.

 

 

Dio, che belli che sono

questi papaveri di maggio!

Recensione di Il cielo, la terra di Mimmo Martorana

Ho ricevuto con piacere, con dedica personalizzata e autografata, la raccolta poetica

Il cielo, la terra


In questa raccolta poetica si passa dalla vita alla morte per mezzo dell’amore.

Si passa dall’amore umano a quello spirituale attraverso il disincanto e la consapevolezza profonda della nostra unicità e caducità.


Tutto è prezioso nell’universo di Mimmo, ma senza attaccamento. In questi versi è descritto un amore impalpabile come l’aria che muta in vento e che si muove nel cielo, soffia giù in terra dove, invece, ben sentiamo la sua presenza e la sua forza.
Alla fine, il cielo e la terra sono le due facce della stessa medaglia, chiamata vita e amore.


E si capisce che è proprio così, come è ben scritto nell’ultimo verso della poesia che apre la raccolta: “La vita è un solo exploit.”
Sono tante le poesie che mi sono piaciute e per motivi diversi, con traduzione francese a fronte.


Qui ne citerò solo una che racchiude in sé il senso della poesia, della vita e dell’amore, con l’invito a leggerle tutte.


Liberare la mente
dall’impasse, e dal
giogo degli schemi.

Liberare il corpo
dall’inutile cordone.

Liberare l’attimo
dal tempo del ricordo
e ricordare se stessi.