Nelle tenebre

Stare nelle tenebre. Questo è il momento. Gesu_muore_in_Croce

Perdersi nel nulla della nostra pochezza, inettitudine, pusillanimità, cattiveria, egoismo, ed ingiustizia. Ancora oggi siamo come Pilato, continuiamo a lavarci le mani e seguire la massa. E facciamo ancor di più: siamo anestetizzati nei confronti del dolore, della vergogna e della rabbia che dovrebbe inondarci e spingerci a reagire. Cuori muti davanti ai nuovi schermi tecnologici: ipnotizzati.

Seguire la nuova massa: un senso di appartenenza meramente umano che ingannevolmente ci infonde una vana sicurezza. Approfittiamo del buio per capire i nostri limiti e chi siamo nel profondo. Quando usciremo dalle tenebre e saremo nella luce, vedremo chiaramente la strada che è meglio percorrere.

Ero uscito di casa per saziarmi di sole!
Trovai un uomo nello strazio della crocifissione.
Mi fermai e gli dissi:
“Permetti che io ti aiuti a staccarti dalla croce?”
Ma lui rispose: “Lasciami dove sono;
lascia i chiodi nelle mie mani e nei miei piedi,
le spine intorno al mio capo e la lancia nel mio cuore.
Io dalla croce non scendo
fino a quando i miei fratelli restano crocifissi;
io dalla croce non scendo
fino a quando non si uniranno tutti gli uomini della terra.
Gli dissi allora:” Cosa vuoi che io faccia per te? ”
Mi rispose: “Va per il mondo e dì
a coloro che incontrerai
che c’è un uomo inchiodato sulla croce”.

(Un uomo in croce – Fulton J. Sheen)

 

Lascia un commento