Sorella Morte e Santità

Non siamo stati creati per la morte. Dio ci ha voluti per la vita.

Ci ha voluti pieni di luce e di pietas.

Questo significa che siamo tutti chiamati alla santità. E non c’è altra via. Altra via che questa. Via. Verità. E Vita. E forse non è un caso che la commemorazione dei Santi è così vicina a quella dei defunti.

Rimasi sconvolta la prima volta che scoprii questa parte del Cantico di San Francesco che recita così:


Sorella Morte




Sii lodato, mio Signore, per la nostra sorella morte corporale,

dalla quale nessun uomo può fuggire.

Guai a quelli che moriranno in peccato mortale;

beati quelli che troverà in grazia di DIO,

poiché la seconda morte non farà loro alcun male.

Lodate e benedite il mio Signore e ringraziate,

e servitelo con grande umiltà.


 

E realizzai che solo un santo come lui poteva chiamare la morte sorella.

Questa è la morte che c’interpella. Questo è il rispetto che le è dovuto. Questo è l’atteggiamento e la condizione del cuore quando si entra in un cimitero.

Dico questo con profonda convinzione e so che verrò derisa.

Ma hanno ragione. È certamente meglio festeggiare Halloween e fare i buffoni. Quando poi sarà il momento tireranno fuori la maschera da zombie. È così semplice, no?

Lascia un commento